Un libro edito da Feltrinelli dedicato a Josè Saramago, lo scrittore premio Nobel recentemente scomparso, uscirà in libreria a ottobre 2010. Si intitolerà “L’ultimo quaderno” e raccoglie i commenti di José Saramago sulle vicende politiche e letterarie internazionali. Saramago è sempre stato un acuto osservatore della realtà. Iscrittosi clandestinamente al Partito comunista nel 1969, nel periodo in cui il Portogallo era retto dal re­gime dittatoriale di Salazar, ha sempre accompagnato alla propria attività poetica e letteraria la chiarezza del proprio impegno politico. È noto anche per le sue posizioni mar­catamente anticlericali, che lo hanno visto al centro di aspre polemiche in patria, tanto da indurlo ad andare a vivere alle Canarie.

Con l’avvento del digitale, Saramago non si è fatto cogliere di sorpresa e non ha mostrato diffidenza o antipatie nei confronti delle nuove tecnologie,  cavalcando invece anche le nuove opportunità offerte dal web. A quasi novant’anni Saramago ha aperto un blog, con cui ha mantenuto un rapporto diretto con i lettori e ha commentato l’attualità politica e letteraria internazionale, testi che rispecchiano il suo lungo percorso ideo­logico. Si spazia dalle riflessioni sul futuro del pianeta ai propositi per il nuovo millennio, da temi “globali” come la questione degli indios al panico da pandemia per la cosid­detta “suina”, il Chiapas, Israele, il razzismo nella Francia di Sarkozy, la tragedia dell’Aquila e il grido levato contro l’ac­canimento del fato, che Saramago ritrova in una canzone di Jaques Brel (“Pourquoi moi? Pourquoi maintenant?”), o an­cora il laicismo come unica arma nei confronti delle inge­renze della chiesa cattolica nel nostro quotidiano.
Non può mancare, ovviamente, Berlusconi, il quale merita alcune pagine tutte per sé. Una questione che viene affron­tata come una vera deriva sociale e politica del nostro paese.

Saramago aveva esordito in Italia proprio con due libri pubblicati da Feltrinelli, Memoriale del convento nel  1984 e L’anno della morte di Ricardo Reis un anno dopo. Ultimamente è tornato al catalogo Feltrinelli con il nuovo romanzo Caino e la riproposta di tutte le sue opere in Universale Economica.